Warning: Declaration of Pressview_Walker_Nav_Menu::walk($items, $depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/fisascat/public_html/wp-content/themes/pressview/functions.php on line 0

Warning: Declaration of Pressview_Walker_Nav_Mobile_Menu::walk($items, $depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/fisascat/public_html/wp-content/themes/pressview/functions.php on line 0

Warning: Declaration of Pressview_Walker_Nav_Topbar_Menu::walk($items, $depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/fisascat/public_html/wp-content/themes/pressview/functions.php on line 0
COMUNICATO STAMPA La Fisascat Cisl Palermo Trapani : “Reset. Insostenibili i continui ritardi sui pagamenti degli stipendi” – Fisascat Palermo Trapani
COMUNICATO STAMPA La Fisascat Cisl Palermo Trapani : “Reset. Insostenibili i continui ritardi sui pagamenti degli stipendi”

C

“Questa situazione per i lavoratori della RESET è divenuta insostenibile” – con queste parole di Mimma Calabrò Segretario Generale FISASCAT Cisl Palermo Trapani commenta l’acconto sullo stipendio che verrà erogato ai lavoratori Reset anche questo mese.

“Una problematica che, come Fisascat, denunciamo ormai da troppo tempo – continua la Sindacalista – e che sta assumendo connotati davvero paradossali. Pur essendo una partecipata comunale, i trattamenti non sono mai stati gli stessi. Pur comprendendo le varie problematiche di fatturazione con la pubblica amministrazione è, tuttavia, inconcepibile che, ancora oggi, la questione non sia stata risolta”.

“Gà nel mese di Settembre – afferma Antonello Collosi, coordinatore aziendale Reset della Fisascat – abbiamo ricevuto un acconto dello stipendio e, anche questa volta, la storia sembra ripetersi. Ogni fine mese tutti i lavoratori della Reset aspettano col fiato sospeso con quale modalità verrà erogato il loro stipendio. La nostra è diventata una situazione insostenibile!”

“Non vorremmo che quello della RESET sia un percorso involutivo piuttosto che evolutivo – apostrofa la Calabrò – e non possiamo permettere che i lavoratori si sentano in una partecipata che, addirittura, da serie B sembra retrocessa in serie D. Il paragone con la squadra del Palermo sembra calzare perfettamente. Dobbiamo, dunque, scongiurare una nefasta retrocessione. E per farlo, siamo pronti a mettere in campo ogni azione a tutela dei lavoratori che rendono importanti servizi alla collettività, rivendicando anche l’esigibilità degli accordi sottoscritti”.

CATEGORY: Senza categoria
Copyright © Fisascat Palermo Trapani 2018. Tutti i diritti sono riservati.